contatore accessi web

26
Mag

0
ragazza con tag I am a winner

5 caratteristiche indispensabili per diventare pilota di droni

Abbiamo parlato di alcune caratteristiche fisiche necessarie e prove mediche da superare per avere il riconoscimento come Operatore/Operatrice SAPR in Italia.

Leggi in merito a questo l’articolo
 Nuovo regolamento ENAC sull’uso dei droni: modifiche per l’idoneità medica

Ma senza scendere nelle specifiche mediche e fisiche, abbiamo notato nei nostri anni di lavoro come Operatori SAPR e formatori nei nostri corsi per il rilascio del patentino e riconoscimento ENAC, che tra gli allievi e allieve migliori vi erano delle comuni caratteristiche.

Abbiamo fatto caso dunque al fatto che ci sono cinque doti fondamentali che portano un appassionato di droni a diventare un Operatore SAPR in grado di avere soddisfazione dal proprio lavoro, e vogliamo così riassumerle.

locandina corsi sapr da 800 euro

1 – Determinazione

Utilissima in quasi tutte le nuove sfide della vita, la determinazione è un aspetto fondamentale della personalità del dronista.
Infatti il percorso per il conseguimento di certificazioni e riconoscimenti è spesso fatto non solo di corsi e impegno ma anche di attese che saprebbero mettere in difficoltà persino il self control del Dalai Lama.

Per altro l’Operatore SAPR è un mestiere tecnicamente complesso e più si va avanti, maggiori diventano le cose da apprendere.
La capacità di lavorare, imparare e fare squadra sono elementi che crescono sulla radice di una forte motivazione e generale determinazione come attitudine personale.
Sei una persona determinata? Bene, hai il primo elemento per poter diventare un buon dronista.

2 – Pazienza

keep-calm-and-drone-on-

Non sempre i clienti di un Operatore SAPR sanno bene che cosa si può fare con un drone e che cosa no. Per altro un bravo professionista ha la capacità di fare apparire il proprio “volo di drone” qualcosa di estremamente facile e rapido… tanto da non giustificare i costi di un servizio agli occhi di un cliente!

L’Operatore SAPR deve quindi essere paziente, composto, affidabile e in grado di mediare le sue posizioni da esperto con quelle di qualunque tipo di cliente.
Per non parlare delle norme ENAC che, come  i migliori Operatori SAPR sanno, possono mettere spesso in difficoltà chi vuole lavorare in maniera snella e nel pieno rispetto delle regole.

leggi anche

Nuovo regolamento ENAC: le 5 principali novità

3 – Intuizione

Il mondo dei droni è galoppante, sempre in evoluzione, ma anche per certi aspetti un terreno ancora da esplorare e implementare. Questi sono due aspetti che creano motivazione e entusiasmo nelle persone più intuitive, fantasiose e che sanno inventare nuovi utilizzi e applicazioni.

Invenzioni di nuove App che utilizzino i droni per uso civile nelle attività di soccorso, nuove tecniche per la mappatura di terreni agricoli da affiancare a nuovi software, utilizzo di droni nelle proprietà private come sorveglianza privata per avere sempre la situazione in casa sotto controllo… chi lavora nel settore dei droni e ha un po’ di inventiva e intuizioni può sviluppare mille nuove idee, affiancandosi allo staff giusto.

Se hai inventiva, diventa Operatore SAPR e una volta apprese le potenzialità della dronotica potresti non fermarti più!

drone-926392_960_720

4 – Voglia di viaggiare

Ci sono fiere di settore sparse in tutto il mondo, esposizioni, competizioni, incontri e meeting di aggiornamento sulla filiera produttiva… chi vuol lavorare come operatore SAPR deve avere una valigia sempre pronta accanto al letto, perché non si può restare indietro!

Per non parlare dei clienti, che possono chiamare da qualunque parte del paese o del mondo per un servizio professionale. E anche lì, bisogna essere disposti a partire.

5 – Attitudine allo studio

C’è bisogno di sottolinearlo? Forse no, ma meglio non dar nulla per scontato.
Per diventare un Operatore SAPR bisogna dedicare del tempo allo studio, non solo dell’elettronica dei droni ma anche della normativa vigente in materia di utilizzo, autorizzazioni, scenari critici e non critici.

Leggi anche 

Autorizzazione per volare in scenari critici:
che cosa è, a che cosa serve e come si ottiene?

6 – Umiltà + senso critico

Per quanto l’entusiasmo spesso ci spinga ad andare a mille, fare passi più lenti è spesso sinonimo di umiltà, intelligenza e senso critico (e autocritico). Queste caratteristiche sono alla base del buon successo in campo economico e aziendale in genere, e in particolare in un settore delicato e in rapida espansione come quello del droni.

Ascoltare, osservare e valutare il proprio livello di preparazione è più utile che guardare con troppo attenzione al terreno dei propri colleghi (anche detti, forse erroneamente, competitor).
Chiedere collaborazioni e attivare circoli virtuosi di scambio competenze è molto più utile che fare guerre sante in nome del proprio Ego professionale.

In fondo i droni sono un elemento di grande innovazione in così tanti settori che sarebbe un vero peccato perdere l’occasione di attuare un nuovo, più saggio, metodo d’impresa.

E tu, che cosa ne pensi?

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi