contatore accessi web

08
Lug

0

Come fotografare gli interni

Alcune tecniche semplici per fare scatti agli interni…
a seconda dello scopo finale.

I motivi per cui si ha necessità di fotografare gli interni possono essere molteplici: dalla vendita di immobili alla vendita di articoli di arredamento, dai servizi ambientati in spazi chiusi (shooting di moda, fotografie di cerimonie e matrimoni, convegni ecc.) a quelli per gli atelier, utilissimi nella promozione on line, sui blog sempre più diffusi per promuovere le piccole imprese artigiane.

Anche le tecniche sono diverse, ma non sempre semplici. Vediamone alcune insieme per capire come effettuare ottimi servizi fotografici in interni.

Una questione di luce

Ti sei mai chiesto come mai il tuo occhio vede un ambiente con un’intensità di luce ma la tua macchina fotografica no? Hai mai provato a fotografare uno spazio chiuso convinto che la luce fosse perfetta ma il risultato finale era un’immagine buia o con colori diversi (e meno belli) e dover poi modificare in post produzione?
Se sì… il motivo è molto semplice: gli obiettivi fotografici cercano di imitare i nostri occhi, ma ce la fanno solo sino ad un certo punto. Quindi se non regoliamo bene il bilanciamento del bianco la fotocamera ci darà immagini che virano sul verde, ad esempio, se la luce della stanza è alimentata a neon, oppure sul giallo nel caso di lampadine a incandescenza e sul blu se la luce che proviene da fuori è quella dell’imbrunire.

Ci sono diversi modi per valorizzare la luce e far sì che non sia un problema:

  • fotografare in modalità raw e fare tutte le modifiche di bilanciamento del bianco in post produzione;
  • regolare direttamente dalla fotocamera (tungsteno nel caso della luce a incandescenza delle lampadine di uso comune);
  • usare un cartoncino bianco da mettere davanti all’obiettivo prima dello scatto al soggetto di interesse, e utilizzarlo per tutti gli scatti con la stessa intensità di luce;
  • spegnere le luci e usare solo quelle naturali provenienti dalle fonti di luce esterna, alzando l’ISO e allungando i tempi di esposizione,
  • Ovviamente in quest’ultimo caso è indispensabile un treppiedi e magari anche un telecomando (in alternativa a quest’ultimo è possibile impostare un autoscatto per evitare che la vibrazione del grilletto renda le fotografie mosse). Quest’ultimo metodo è consigliato ad esempio per fotografare l’interno di chiese, in cui la luce naturale spesso scarseggia ma dà un’atmosfera di sacralità e raccoglimento senza la quale la foto sarebbe monca.

 

Una questione di… obiettivi

Il giusto obiettivo dipende molto… dall’obiettivo (inteso fine ultimo, scopo) dello scatto.
Alcuni fotografi e tutorial on line consigliano la scelta di un grandangolo per le immagini di insieme, soprattutto per spazi stretti. In realtà il grandangolo tende a deformare angoli e spazi e questo è deleterio quando il fine ultimo della foto è la presentazione di un arredamento o delle caratteristiche di uno spazio da promuovere.

In realtà, con l’uso di un treppiedi regolabile o, ancor meglio, di un palo telescopico leggero e maneggevole, è possibile avere ottimi risultati per le inquadrature anche avendo a disposizione una semplice entry level e con l’obiettivo del kit, il 18-55 f 4-5,6 e impostando la fotocamera in manuale alla minima focale e alla massima apertura (f4) e gli ISO a 100 per ridurre al minimo il rumore.

Se lo scopo non è quello di rappresentare e valorizzare lo spazio in sé ma un altro soggetto, ambientandolo nell’interno (es. shooting di moda, food photography ecc. ) anche l’uso di un faretto può aiutare per regolare al meglio le luci. Al contrario, il faretto non è il massimo per le foto che hanno ‘la casa’ come oggetto; la luce sarà sempre troppo diversa dall’originale e non ci saranno le zone più scure che danno un tocco di eleganza e spontaneità alla foto.

E tu, che tecniche hai usato per le tue foto di interni? E ricordi ancora il nostro trucco delle 3L per ampliare il tuo portfolio clienti con la fotografia di interni?

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi