contatore accessi web

02
Ott

0

Green Tech: 3 dispositivi che stanno cambiando l’agricoltura

‘Agricoltura Intelligente’ di cosa si tratta e come renderà più sicure le coltivazioni?

Si sente ormai sempre più spesso parlare di ‘Agricoltura Intelligente’, ma che cosa è davvero?
Quello che da diversi anni non è più un segreto per coltivatori diretti e medie e grandi aziende di eno-gastronomia, inizia a diffondersi anche tra le notizie generali e nel linguaggio dei consumatori, che però spesso non conoscono nel concreto come l’agricoltura si stia evolvendo e quindi nemmeno come questa ci possa concretamente aiutare nella sfida contro i cambiamenti climatici.

Cerchiamo di scoprirlo insieme conoscendo meglio le 3 principali invenzioni che stanno aiutando l’agricoltura a (ritornare ad) essere più green e sostenibile.

1 – Sensori wireless per la misurazione di dati agricoli.

Il nome può far sembrare questi dispositivi difficili da comprendere e lontani dall’immaginario dei più. In realtà non è così, perché i sensori wireless per la misurazione dei dati agricoli sono uguali a quelli già utilizzati per le rilevazioni meteorologiche. In questo caso vengono posizionati degli apparecchi in prossimità delle piante di una data coltivazione, i quali raccolgono dati sullo stato di umidità o aridità, presenza di anomalie dovute a batteri e, in generale, sullo stato di salute delle coltivazioni. Questo consente sia di scegliere se e dove utilizzare pesticidi contro batteri che possono rovinare i prodotti, che di risparmiare acqua per l’irrigazione.
Il sistema, attualmente sperimentato in Giappone per le coltivazioni di mais, si presta alla perfezione alle grandi aziende che producono più tipologie di prodotti su ampi territori. E forse, al momento, sono solo le grandi aziende a potersi permettere questo metodo che in futuro darà enormi benefici.

2 – Fertilizzanti DAN

Un tema di grande attualità, tanto da essere il centro tematico della prossima esposizione universale del 2015, è quello di come nutrire nei prossimi decenni un pianeta la cui popolazione va verso gli 8 miliardi di individui. Quindi, l’esigenza di rendere fertili e produttivi un numero sempre maggiore di appezzamenti, cercando anche di sfruttare al meglio quelli già coltivati, è una tematica all’ordine del giorno.
La ricerca chimica e biologica cerca di venire in aiuto dei coltivatori con tipologie di concimi efficaci e benefici. Tra questi, i così detti DAN, acronimo che sta per Directly Available Nitrogen (Azoto ad azione diretta).  I fertilizzanti DAN vengono assorbiti direttamente dalle piante aumentando l’efficienza dell’uso dell’azoto. Sono il modo più efficace per assicurare la resa migliore in termini di qualità e le prestazioni ambientali più elevate, se uniti a buone pratiche agricole durature.

3 – Droni e Fotografia ad infrarossi

Sempre parlando di utilizzo di disserbanti, unendo le tecnologie aeree a quelle della fotografia ad infrarossi, è possibile valutare lo stato di salute di una coltivazione in modo incredibilmente preciso.
Ciò rende possibile l’individuazione di situazioni di stress e l’azione immediata direttamente alla radice del problema senza iper-stressare anche il resto del raccolto col pericolo che un residuo importante di pesticidi possa finire sulle nostre tavole.

Un leggero quadricottero con annessa telecamera di precisione ad infrarossi può aiutare un coltivatore a rilevare disomogeneità in una precisa (anche molto ridotta) area e quindi consente di effettuare trattamenti solo in zone circoscritte e non a pioggia. Anche le normative Enac sono favorevoli a tali pratiche, dal momento che le operazioni su terreni agricoli sono definite “non critiche”, e quindi sottoposte a meno restrizioni.

Senza dubbio, anche a seguito di Expo 2015, ci saranno ulteriori novità e migliorie alle tecniche già esistenti. Se nutrire il pianeta è il nuovo leitmotiv, proteggerlo con un progresso intelligente e consapevole è condizione necessaria.

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi