contatore accessi web

10
Nov

0

I 5 vantaggi del fare un corso da Operatore SAPR (riconoscimento a parte)

I Corsi per diventare Operatori SAPR certificati hanno dei vantaggi (anche economici) quantificabili che vanno oltre il patentino stesso. Vediamone insieme alcuni

La necessità di frequentare un corso presso un ente certificato per avere un riconoscimento da dronista e la necessità di riconoscere il proprio drone è argomento spesso oggetto di polemiche  e discussioni tra gli appassionati dei droni e di aeromodellismo.

Un po’ il costo di corsi e riconoscimenti, un po’ le regole rigorose imposte dall’Ente dell’Aviazione Civile fanno sì che si aprano dibattiti su quanto questi corsi siano opportuni.
Senza entrare troppo nel merito di che cosa sia giusto e che cosa no (Aerialclck è un operatore nel settore, quindi deve attenersi prima di tutto alle norme vigenti, quali esse siano), cerchiamo di illustrare a chi vuole utilizzare un drone per uso professionale, quali sono i vantaggi oggettivi e quantificabili di un corso per riconoscimento di Operatore/Operatrice SAPR, a parte, ovviamente, il riconoscimento stesso.

Phantom-3-1024x569

1 – Contatti con altri operatori

Come già spiegato e come molti già sanno, i campi di applicazione della dronotica sono davvero tanti e specializzarsi in tutti è, soprattutto all’inizio, difficile se non impossibile. A fronte dell’esigenza di specializzarsi in un solo settore può però capitare di avere bisogno di un aiuto da altri colleghi specializzatisi in diverse tipologie di utilizzo.
Ad esempio, un geometra che usa il suo drone per fare rilievi su una proprietà in vendita potrebbe in seguito avere bisogno di qualcuno in grado di fare e montare un video per la promozione dello stesso terreno, sul quale magari è stata anche costruita una casa o una struttura da vendere o da promuovere.
Il geometra potrebbe limitarsi a dire al cliente che non è in grado di fare questo tipo di servizio oppure rivolgersi al collega conosciuto al corso per il riconoscimento che lavora proprio nel campo delle riprese audio-video promozionali.

Uno dei vantaggi della professione di dronista è che ci sono così tanti sbocchi specifici che la concorrenza è sempre una risorsa ed  è meglio stringere collaborazioni che farsi la guerra come avviene in molti altri settori.

 

2 – Comprendere meglio in quale settore potresti lavorare

Un corso è anche un modo per conoscere tutti i settori specifici in cui i droni stanno prendendo piede e passare da un semplice amore per il pilotaggio di droni alla consapevolezza che esiste una specifica applicazione perfetta per le tue competenze.

Leggi anche:
Piloti SAPR: come scegliere il proprio settore di specializzazione

bambino-felice-con-drone-800x420

3 – Avere consigli in più sulla manutenzione del tuo drone

Un drone, prima o poi, subirà dei danno cui bisognerà rimediare. Un corso completo (almeno a nostro avviso e per come noi siamo abituati a fare) può dare anche indicazioni sulla casistica di sinistri, sugli errori più comuni e su come fare per prevenire piccoli danni e ritardare l’usura. Non solo, un buon corso prepara a 360 gradi spiegando anche i motivi per cui alcuni materiali sono migliori di altri e a quale attività è adatta ogni specifica tipologia di drone.

Leggi anche:
3 oggetti indispensabili per ogni drone

4 – Avere sconti su altri articoli e risparmiare su alcune spese fondamentali

Spesso molte scuole di volo hanno convenzioni con aziende o rivenditori di articoli fondamentali per un dronista, come paracadute, terminatori di volo, video camere. In alcuni casi l’ente certificatore è anche produttore di droni che attraversano il percorso di riconoscimento ENAC direttamente alla fonte. Godendo di questi sconti e riduzioni su manutenzione e materiali è possibile, nell’arco dei primi anni di attività, risparmiare anche più di 1000-2000 euro.

Leggi anche:
Corsi per Operatori SAPR: quando farlo e quale scegliere

5 – Tra qualche anno, punti in più nel settore pubblico

Dal momento che adesso anche le forze di polizia e i corpi armati si stanno servendo di droni per la lotta al narcotraffico, al bracconaggio e alla tratta di esseri umani, tra qualche anno il partecipare ad un concorso pubblico per questi corpi e poter inserire la qualifica di Pilota SAPR riconosciuto con alle spalle esperienza nel settore comporterà maggiore punteggio e la possibilità di essere più concorrenziali anche nel settore pubblico, oltre che nel privato.

Tutto ciò, sicuramente a fronte di un percorso impegnativo ma che nel brevissimo periodo sa ripagare sia dal punto di vista economico e professionale che delle competenze legali e lavorative acquisite.

 

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi