contatore accessi web

19
Mag

0

Il successo della fotografia aerea nell’arte, spiegato in 4 punti

Di Sabrina Barbante
Da un lato le innovazioni portate in ogni campo del sapere dai quadricotteri, un po’ l’impressione diffusa fatta dai droni militari in ogni livello della società e in ogni paese, un po’ la necessità di esplorare il reale da nuovi punti di vista: sono innumerevoli le spiegazioni sociali, artistiche e antropologiche alla tendenza del momento: la fotografia aerea.

Diversi artisti internazionali hanno recentemente svolto e diffuso scatti aerei su città, persone e paesaggi.
L’impatto è forte e indipendentemente dal soggetto ritratto e oggetto del progetto (città, sobborghi, ambente, persone, animali), ciò che hanno in comune questi progetti è l’incredibile numero di condivisioni e visualizzazioni sui social media e sulle riviste on line, tanto che ormai testate di ogni tipo, da quelle di viaggio a quelle relative all’inchiesta socio politica, si affidano a questo tipo di scatto in grado di attirare visualizzazioni, pubblico, attenzione.

Ma che cosa hanno questi progetti (ovviamente non tutti, ma quelli fatti da bravi professionisti e artisti con anni di esperienza alle spalle) di così ‘eccezionale’? Proviamo a scoprirlo insieme con alcuni esempi:

1 – realismo

The Post Internazionale ha di recente ripreso una serie di scatti opera dell’artista tedesco Robert Götzfried, il quale riprende le strade della capitale della Thailandia da una prospettiva aerea.
Il suo occhio su Bangkok non ritrae palazzi meravigliosi, prati colorati e paesaggi mozzafiato, bensì la banalità di alcun tratti di strada che, visti da questa prospettiva, danno una descrizione antropologica e politica silenziosa ma molto concreta. L’indifferenza dei passanti li rende modelli e modelle perfette per l’analisi sociale dell’artista. Sguardi persi in basso e in avanti e cappelli e ombrelli a riparare dal sole e da un forte inquinamento, diventano cesure tra i Tailandesi e il cielo.

bts-seriesorig_main

2 – distacco

Sempre la serie di Götzfried può essere citata come un esempio di una prospettiva di distacco, ma non è il solo. Abbiamo ad esempio già parlato in diverse occasioni di un’artista che noi di Aerialclick amiamo particolarmente, Lee Price e del suo progetto che ritrae dall’alto donne nella quotidianità più intima, spesso nell’atto del mangiare. L’occhio della telecamera è tanto discreto quanto invadente al contempo, l’osservatore sente di invadere un ambiente intimo e invalicabile proprio per via dell’iper realismo degli scatti, effettuati con un palo telescopico o con dei piccoli crane.

Lee Price 19

 

3 – fuga

Ai due aspetti di cui sopra, si aggiunge per gli scatti fatti da altezze molto superiori, un senso di fuga e distacco. Le metropoli sono le prescelte in questo specifico percettivo. Ne è esempio una recente serie di scatti sulla metropoli per antonomasia, New York City. Come spesso accade oggi giorno, il progetto inizia la sua diffusione come fenomeno virale e dal social web; le foto sono poi state intercettate dalle principali testate nazionali e internazionali. Il lavoro del fotografo svizzero Vincent Laforet  trasforma la città dei sogni inseguiti e perduti in una Oz dei tempi moderni, che conserva i suoi colori e i suoi lati oscuri, senza però farle perdere il suo proverbiale fascino. Una fuga, insomma, fatta per attirare e riportare a terra.

NYC dall alto 

4 – speranza

Viste dall’alto, le nostre vite e le nostre città sembrano spesso migliori, fiabesche come nel caso della NYC di Laforet. Anche la metropoli italiana così controversa come Milano, nel progetto di Fabio Polosa , si allontana dagli spazi del degrado, delle manifestazioni e delle risse, si eleva dal traffico urbano e dalla calca dei percorsi obbligati sotterranei per diventare luce, aria, colore, promessa di un verde e un benessere che per adesso è percettibile solo da un drone, domani chissà.

polosa milano dal cielo

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi