contatore accessi web

20
Mag

0

Le 5 cose che non vi diranno sui pali telescopici

Alcuni usi e cenni storici curiosi e poco noti dei pali telescopici.

Abbiamo già detto in altri articoli come utilizzare un palo telescopico per aiutare il nostro business a decollare, così come abbiamo spiegato che un monopiede telescopico non può non essere tra le attrezzature di un fotografo professionista o aspirante tale. Abbiamo parlato della leggerezza dei nuovi materiali che li rendono oggi molto più maneggevoli, sicuri e versatili di un tempo.

Ora veniamo a quello che sui pali telescopici non abbiamo ancora detto… e che nessun altro, probabilmente, vi dirà.

le 5 cose che non sapevate sui pali telescopici

1 – Tra i materiali più leggeri utilizzati, vi è la fibra di vetro. La fibra di vetro è un materiale che c’è ma non si vede. E’ utilizzato nei pali della luce, in aeronautica, all’interno di alcuni tessuti di abbigliamento. Un materiale incredibilmente leggero e robusto.

2- Con un palo è possibile ripristinare immediatamente la connessione a internet in zone sottoposte a grossi disastri naturali, come avvenne in Emilia, a seguito del terremoto; in quell’occasione fu possibile, con l’ausilio di un sistema a microcelle e un palo di nove metri, restituire la rete telefonica e la rete internet un mese prima dell’intervento della Telecom.

3- I pali telescopici ad uso fotografico possono essere utilizzati laddove i droni non possono; infatti le norme ENAC non ammettono l’utilizzo di droni in zone con forti assembramenti di persone. Se si ha necessità di effettuare riprese o foto dall’alto proprio per valorizzare un’immagine di insieme di un gruppo di persone, i pali telescopici possono venire in nostro aiuto. Per quanto vengano meno la dinamicità e le potenzialità dei velivoli a pilotaggio remoto, resta salva la possibilità di fotografare, ad esempio, la gente presente al concerto organizzato e promuovere la propria agenzia di eventi on line.

4 – Sempre in ambito fotografico, sono utili non solo per foto panoramiche e di insieme ma anche per i dettagli. Un esempio? Provate a fotografare il volto di un putto sulla chiave di volta di un portone di un palazzo storico solo con uno zoom… La foto catturerà un dettaglio ma pur sempre inquadrato dal basso. Un palo allungabile sino 5 metri potrà permettervi di guardare putti e grifoni negli occhi.

5 – Il genere umano non può fare a meno della ruota, del fuoco e dei pali telescopici!
Scherzi a parte, gli usi dei pali telescopici risalgono all’antichità, quando venivano usati prevalentemente per convogliare acqua alle città. Un tempo erano di rame o di piombo. Sono quindi stato un elemento che ha accompagnato la civilizzazione urbana e molte scoperte e innovazioni che hanno cambiato il nostro modo di vivere e di utilizzare le risorse. 

Se vuoi conoscere le potenzialità del palo telescopico in ambito fotografico, puoi dare un’occhiata al nostro Magic Pole e dirci se, nel suo piccolo (…e nella sua leggerezza e maneggevolezza) non ti sembra l’ennesimo rivoluzione nel curriculum storico dei pali telescopici.

See life from above.

 

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi