contatore accessi web

21
Ago

0

Ma quanto (e come) guadagna un dronista?

E’ la professione del futuro. Sì, ok… ma quanto (e come) guadagna davvero un dronista?

Cerchiamo di scoprirlo insieme, anche perché la risposta non si può limitare ad una sola semplice cifra.

In linea di massima, possiamo dire che un Operatore riconosciuto che pilota un Phantom3 può guadagnare 600 euro in una giornata. Un operatore con esacottero classe s900 e una reflex anche 900-1000 euro.
Ma si tratta di Opertori e operatrici cha hanno saputo investire e specializzarsi seguento i percorsi che a breve illustreremo in questo articolo.

Prima è bene sottolineare che anche per un Operatore/Operatrice SAPR il guadagno (soprattutto i primi anni), che non è stabilito da un tariffario ufficiale dal momento che non esiste un albo professionale, dipende da:

– esperienza e professionalità

– settore di specializzazione

– attrezzature utilizzate

– numero e tipologia di clienti 

Vediamo insieme nel dettaglio come aumentare il potenziale guadagno, seguendo questi punti.

Come si diventa professionisti e professionali?

Nonmanifesto corso gratuito operatore sapr è solo una questione di modus operandi. Se non si ha un patentino o un riconoscimento ufficiale non è legalmente possibile fare accordi commerciali e contratti di alcun tipo e non ci si può neanche definire ‘Operatori o Operatrici SAPR’.
Questa differenza tra pilota di aeromodelli (amatore) e dronisti non è noto solo all’ENAC (che in caso di violazione dei regolamenti impone pesanti sanzioni per dronista e cliente) ma anche ai clienti stessi.
Ad esempio ormai l’industria cinematografica e le fondazioni fanno bandi esclusivamente per Piloti SAPR riconosciuti da ENAC.

Ci sono molti corsi per avere patentino e riconoscimento in tutta Italia. Anche noi di Aerialclick ne teniamo diversi durante tutto il corso dell’anno e a fine agosto ne proponiamo uno gratuito per partire alla grande con il nuovo anno lavorativo. Scopri di più in merito

 

 

 

Come si decide il settore di specializzazione?

DSC_0018

Spesso il guadagno dipende anche da questo aspetto, per una semplice questione di domanda e offerta: è plausibile ad esempio che un Operatore SAPR che effettua rilievi complessi per il settore edilizio o per la tutela dei beni culturali possa avere delle tariffe più alte rispetto ad un’Operatore che fa riprese promozionali o per il cinema, per una semplice questione di minore concorrenza.
Ma attenzione a non fare scelte solo sulla base delle tariffe più alte! Prima di tutto perché un dronista che lavora nel mondo della promozione potrà avere più possibilità di essere contattato e trovare clienti, soprattutto all’inizio.
Poi è anche importante saper usare al meglio le migliori attrezzature che fanno da corredo al drone come programmi per le mappature in 3D, fotocamere ad infrarossi ecc.
Ovviamente chi può fare più affari e clienti è colui o colei che riesce a mantenere un buon livello di trasversalità in ogni settore di specializzazione ma è una cosa davvero molto difficile che si può fare solo investendo molti fondi e molto tempo in attrezzature e formazione.

Quali attrezzature servono?

Terminatore enac 2MARS 36 Lite

Come in tutte le professioni tecniche, maggiore è l’investimento in attrezzature di lavoro maggiori sono le possibilità di guadagno una volta entrati a regime.
Le attrezzature non sono solo i droni: serve un buon terminatore di volo, serve il paracadute migliore per la tua macchina, una video camera e un controllo remoto e programmi ad hoc per editare video o fare un buon rendering in 3D dei propri rilievi.

Il nostro consiglio pratico è di informarti di quali sono tutte le attrezzature indispensabili e professionalizzanti per fare la differenza nel tuo settore di specializzazione e fare un piano dei costi e degli investimenti a medio-lungo termine.
Una buona programmazione è alla base di tutto.

Come si trovano i clienti?

accordo drone

Ci sono delle caratteristiche che accomunano l’Operatore e l’Operatrice SAPR a tutti gli altri liberi professionisti di ogni settore, in particolare quelli tecnici.
Bisogna saper gestire bene i propri canali comunicativi, anche chiedendo l’aiuto di professionisti e investendo in tal senso.
Dovrai partire da una buona programmazione e gestione dei canali come sito web, blog con articoli SEO e pagine social

Leggi anche l’articolo 
7 Consigli per Gestire i Social media

In secondo luogo dovrai prendere contatti con aziende che operano nel tuo stesso settore e colleghi (anche per questo i corsi sono fondamentali).

Esistono infine i database on line. Noi abbiamo trovato e ci sentiamo di consigliarti il sito Professione Dronista, che è fatto proprio per mettere in contatto Operatori e Operatrici Sapr riconosciuti e aziende che ne hanno bisogno e spesso non sanno come e dove cercare quelli più adatti alle loro esigenze.

 

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi