contatore accessi web

18
Set

0

Nuovo regolamento ENAC: vantaggi per gli aerial photographer

L’aerial photographer è una delle professioni emergenti nel settore della fotografia e uno dei campi di specializzazione prescelti da molti professionisti dell’immagine fotografica. Come abbiamo già detto in precedenza, l’aerial photographer può avere particolare spazio di lavoro in:

– travel photography (foto panoramiche professionali per blogger di viaggio, guide, portali turistici)

– vendita e promozione di terreni e case speciali 

– settore di promozione turistica

– video reportage e foto giornalismo 

Come abbiamo scritto nell’articolo ‘Aerial photographer: una nuova professione in crescita’, un fotografo o una fotografa specializzati nelle riprese aeree devono avere:

1 – dimestichezza nella richiesta di permessi speciali per le riprese aeree (sarà lui/lei ad occuparsi di tutto, non il cliente)

2 – tutte le attrezzature specifiche necessarie per la fotografia aerea, dai pali telescopici ai palloni aerostatici ai droni (ovviamente bisogna essere riconosciuti dall’ENAC in Italia e da tutti gli enti dell’Aviazioni Civile in ogni singolo stato)

3 – buona capacità di promuoversi sul web, quindi conoscere al meglio non solo le piattaforme per un sito e portfolio on line ma anche i social network (soprattutto i visual) e le tecniche SEO.

SAPR AERIALCLICK REGOLAMENTO ENAC

Ma che cosa cambia per gli aerial photographer di professione, con l’entrata i vigore del nuovo regolamento ENAC?

Sappiamo che il 15 settembre sono entrate in vigore le modifiche al vecchio regolamento ENAC, già emanate a luglio 2015. In generale, come abbiamo visto, c’è maggiore snellezza in alcune pratiche, soprattutto quelle di tipo medico per l’ottenimento dell’idoneità, mentre dall’altro lato c’è un maggiore rigore nelle necessità di avere certificazioni adeguate indipendentemente dal drone con il quale si opera nonché nella definizione di che cosa sia un drone per uso professionale e che cosa è un aeromodello per uso amatoriale.

In genere, il nuovo regolamento comporterà per gli aerial photographer alcune conseguenze più o meno immediate (ovviamente parliamo dei fotografi che operano molto con i droni o hanno intenzione di iniziare a farlo):

1 – sarà più difficile subire la ‘concorrenza sleale’ da parte di chi si professa solo amatore e, senza riconoscimento ENAC, propone più o meno sotto banco riprese fatte con il proprio drone;

2 – Avendo a bordo del drone un sistema primario di comando e controllo il cui software sia conforme agli standard aeronautici di cui alla specifica EUROCAE ED-12 almeno al livello di affidabilità progettuale D, sarà possibile volare anche sui centri abitati (ciò è poco probabile per i droni utilizzati per scopi amatoriali)

3 – L’esame per ottenere l’idoneità medica potrà essere più snello, qualora non ci siano particolari problemi per i quali l’esaminatore aeromedico non ritenga indispensabili ulteriori approfondimenti.

Terminatore enac 4

Leggi di più in merito, con la nostra intervista ad un Esaminatore Aeromedico riconosciuto ENAC.

Se sei un aerial photographer e ancora non hai una certificazione ENAC e un drone, è questo il momento (storico e dell’anno) migliore per iscriversi ad un corso per diventare Operatore o Operatrice SAPR! Scrivici per saperne di più e tieni d’occhio la nostra pagina facebook! 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi