contatore accessi web

27
Ago

0

Piloti SAPR: come scegliere il proprio settore di specializzazione

Settore edile, mappature, settore agrario, ambito cinematografico: come scegliere la propria specializzazione di pilota SAPR?

Abbiamo detto già in altri articoli che la professione di Pilota SAPR si espleta in tantissimi campi: dal settore agrario all’edilizia, dal cinema alla promozione ed è persino di supporto a molte attività creative ed artistiche.

Certo, specializzarsi in tutte sarebbe tanto lodevole quanto impegnativo. Infatti ogni settore ha bisogno, oltre alle attrezzature essenziali che non possono mancare a nessun dronista, anche di altri supporti specifici in ogni area, come un buon programma per rendering in 3d per le mappature, programmi specifici di montaggio audio-video, rilevatori per sorvolare aree agricole e carpire i problemi di ogni piantagione, videocamera ad infrarossi e molto altro.

I motivi per cui è importante scegliere una specializzazione sono principalmente tre:

1 – manifesto corso gratuito operatore saprsi acquisisce credibilità di fronte ai clienti
2 – ci si distingue dai competitor e… se ne hanno meno (anzi, è più facile trovare negli altri colleghi dronisti ipotetici partner e promoter)
3 – si spende di meno in attrezzature, almeno agli inizi.

Adesso vediamo in base a che cosa è possibile scegliere in quale settore specializzarsi, partendo dall’assunto che per lavorare come Operatore o Operatrice SAPR è indispensabile un riconoscimento e patentino ENAC che si ottiene sono con corsi tenuti da enti autorizzati (a tal proposito ti ricordiamo che Aerialclick ne organizza uno gratuito a Brindisi proprio nei prossimi giorni. Scrivici per saperne di più – info@aerialclick.com –  e approfittane)

 Leggi anche
Aerial photographer: una nuova professione in crescita

 

 

 

Per scegliere il tuo campo di settorializzazione ideale, puoi partire prendendo in considerazione:

a. I tuoi studi e i tuoi settori di lavoro/interesse

Di che cosa ti occupavi prima di diventare un Operatore o Operatrice SAPR?

Che studi hai condotto o, più semplicemente, quali erano gli hobby dei quali eri esperto o esperta? Se sei laureata in ambito agrario, forse conoscerai molto meglio le necessità di una mappatura agricola rispetto a quanto tu non sappia del campo edile o della salvaguardia dei beni culturali. Questo ti sarà di aiuto anche nella fase di consulenza al cliente, che precede il ‘volo’ del tuo drone.
Anche i tuoi hobby possono caratterizzare il tuo essere esperta o esperto in qualcosa di specifico: ami la fotografia aerea? ti vedi come operatrice cinematografica o come regista? Anche questo è un ambito in cui i dronisti riconosciuti sono sempre più richiesti.

b. Motivazioni iniziali

carmen donna drone

Chiediti: che cosa mi ha portato ad interessarmi all’ambito della dronotica? Quali esigenze mie o di altri mi hanno portato a comprendere l’utilità di un dronista? Non sottovalutare questo aspetto perché è di certo legato ad un aspetto motivazionale che ti ha portato a studiare e investire tempo e denaro per la professione di dronista. La motivazione è uno dei primi catalizzatori di un buon risultato, soprattutto nelle fasi iniziali in cui le difficoltà superano di gran lunga le gratificazioni.

c. Competitività e località

Quando si apre una piccola impresa o ci si mette in proprio, si fa la così detta ‘analisi di mercato’. Si considerano quindi i bisogni dei possibili clienti e la capacità del mercato attuale (su base locale e nazionale) di assorbire questi bisogni. Scegliere di diventare un pilota di droni in grado di essere di supporto ad un settore piuttosto che ad un altro dipende, come scelta economica e di impresa, anche dalla propria area geografica: un dronista in Basilicata sarà probabilmente più utile al settore agricolo e a quello dell’edilizia petrolifera di quanto non lo sia un dronista specializzato in tutela dei beni culturali.
Una zona sismica avrà probabilmente più bisogno di dronisti specializzati in aspetti della protezione civile che esperti agronomi aerei ecc.

d. Anni di esperienza

Col passare del tempo e man mano che si hanno più clienti e più disponibilità economiche da investire in formazione ed attrezzature, è possibile e auspicabile intraprendere una certa trasversalità tra più settori. Mentre per alcuni ambiti il passaggio dalla mono settorialità alla trasversalità è più automatico (vedi ad esempio il passaggio dal video making promozionale alle riprese cinematografiche); in altri settori serve più tempo per la formazione e per acquistare nuove attrezzature. Un dronista che si occupa di riprese promozionali per le coste può, con una giusta formazione legale e tecnica, iniziare a prestare i suoi servizi alle forze dell’ordine come ausiliario, ad esempio. Ma trattandosi di lavori molto impegnativi è meglio intraprendere questa strada dopo aver raggiunto alcuni anni di expertise.

E tu, quale specializzazione sceglieresti e perché?

 

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi