contatore accessi web

29
Gen

0

Sei un fotografo, blogger, maker? Punta sull’interior design!

Di Sabrina Barbante

Se c’è un settore in cui il Visual Story Telling vale più di mille parole e descrizioni è senza dubbio l’ambito dell’interior design.
Per un freelance o per uno studio di creativi, che si tratti di grafici, fotografi, blogger e story teller, riuscire ad inserirsi in questo settore è un ottimo modo per lavorare molto e bene, per tre principali motivi:

  • la creatività è alla base stessa del prodotto da promuovere
  • si tratta di un argomento di interesse molto trasversale e poco di nicchia (tutti prima o poi dobbiamo arredare una casa)
  • è un argomento costellato da mille declinazioni e sotto-argomenti (diversi stili, diversi complementi di arredo) ed è quindi più semplice avere sempre argomenti nuovi dei quali discutere.

Se l’interior design è un argomento che ti interessa, scopri con noi 3 professioni creative che possono settorializzarsi in questo ambito e che cosa serve loro per ‘sfondare’ e trovare nuovi clienti.

interior design

#1 – Fotografi

Non servono complesse analisi di mercato per capire che chiunque abbia un’azienda di mobili e di arredamento necessita di una promozione attraverso delle buone fotografie. Abbiamo già parlato in un precedente articolo di quali sono le tecniche e le attrezzature per rendere uniche e appealing le proprie foto di interior (obiettivi specifici, pali telescopici, anche droni, in alcuni casi)

Seguendo questi consigli potresti crearti tanto per cominciare un piccolo portfolio on line con le tue foto di interior e, importantissimo, creare dei board su Pinterest e creare degli hashtag su Instagram con i tuoi scatti.

Anche uno studio di architettura potrebbe avere (anzi, sicuramente ha) bisogno di una buona promozione e di una campagna Visual ad hoc per promuovere le proprie competenze e i propri servizi.
Prima ancora di proporre ad un architetto i tuoi servizi, potresti chiedere una collaborazione per avviare insieme le vostre professioni e fornire insieme dei servizi ad agenzie immobiliari, riviste, show room.

(ti potrebbe interessare anche l’articolo Fotografe e fotografi: 7 consigli per gestire i social media)

design moderno

#2 – Blogger e giornalisti alle prime armi

Chiariamo subito, non basta scrivere che su una parete rossa starebbe bene un orologio bianco o verde acceso per gestire un blog sull’interior design.
Si tratta di un argomento pieno di sfaccettature, stili, tecniche che toccano l’architettura ma anche i materiali, l’artigianato, le mode presenti e future! Insomma bisogna studiare!
E questo in teoria ai blogger e agli story teller, come a chiunque scriva per professione, non dovrebbe dispiacere.

Poi c’è di buono anche il fatto che, trattandosi di una materia così ampia, è praticamente impossibile avere delle crisi creative.
Per altro, i blog che parlano di interior design sono i più visitati, dopo i blog di cucina, lifestyle, fashion e prima dei blog di viaggio e tecnologia; quindi se scrivete con costanza e sapete veicolare bene sui social network i vostri contenuti  (soprattutto sui social specifici sul tema come design-me),  potrete avere nel giro di qualche mese un ottimo pacchetto visite da proporre ai nuovi clienti.

corso social media marketing e visual story telling

#3 – Artigiani e maker

E’ errato pensare che il mondo del design e dell’interior si appoggino solo alle grandi case di produzione e ai grandi marchi. Anzi, in questo periodo più che mai, proprio l’arredamento di interni sta vivendo un periodo di ‘decrescita felice’, cercando la qualità anche a prezzi più alti per singoli pezzi, rinunciando ai complementi di arredo prodotti in serie.
Questo è in parte dovuto alle recenti scoperte in merito alle incidenze tumorali causate dalle colle sintetiche usate nella fabbricazione di mobili di largo consumo e di produzione industriale.

Quindi per i designer e maker è il momento di mettersi in gioco e proporre i propri prototipi anche direttamente ai piccoli show room o sui canali on line come daWanda e persino direttamente sul tuo personale sito!

Infatti, è anche molto aumentata la tendenza degli utenti ad arredare casa acquistando on line, partendo da un proprio progetto personale di design. E proprio i tuoi prodotti potrebbero fare la differenza ed essere adatti all’idea di qualcuno che sta arredando la propria casa!

Anche in questo caso, il consiglio da dare a tutti è ‘fare rete’! Collaborate con altri creativi perché è il modo migliore per lavorare bene e meglio. Fidiamoci e affidiamoci a chi è in mare con noi, sulla stessa barca. Solo con una buona rete… si può pescare in un mare complesso come quello del lavoro (tanto più se un lavoro creativo)!

No Comments

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi